Il Papa incontra i volontari di Protezione Civile

E’ il 6 marzo 2010; nella sala “Paolo VI” è in programma l’Udienza Pontificia Speciale per i volontari della Protezione Civile. Sono qui, insieme ad altri volontari, in rappresentanza dell’Associazione di cui ho il piacere e l’onore di far parte.

 

La sala , come prima piazza S. Pietro, si colora di giallo-blu-rosso: sono i 7000 volontari della Protezione Civile venuti da ogni regione italiana per rispondere all’invito del Santo Padre.

Tutti ricordiamo la visita del Santo Padre all’Aquila dopo tre settimane dal terremoto; in quell’occasione molti volontari, impegnati nelle attività di soccorso e assistenza, rinunciarono all’invito lasciando ai residenti la possibilità ad incontrarlo; loro ne avevano più bisogno. Restava comunque il desiderio di un incontro con lui ed oggi questo desiderio è diventato realtà. Una giornata di riflessione, di festa e di preghiera dedicata ai volontari della Protezione Civile.

Il programma è piuttosto intenso: ascolto di brani musicali, canti corali di bambini, documenti filmati che rievocano eventi che hanno visto i volontari della Protezione Civile impegnati in attività di assistenza e soccorso, il discorso del “nostro capo”, Guido Bertolaso, l’incontro con Benedetto XVI, la visita alla tomba di Giovanni Paolo II e per finire la celebrazione eucaristica.

Per noi volontari presenti è stata una giornata ed un atmosfera speciale piena di emozioni, ricordo, soddisfazioni….. Per un volontario di Protezione Civile come me, ascoltare quelle parole di gratitudine e di merito pronunciate da Bertolaso è stato un incoraggiamento a proseguire su questa strada, anche se questo comporta dedizione, sacrificio, stanchezza, delusione. Un momento molto toccante è stato l’incontro col Papa. Le sue parole hanno cancellato ogni eventuale incertezza, “I volontari, – ha affermato – non sono dei tappabuchi della società, ma persone che contribuiscono a renderla più giusta. Paragonato al buon samaritano il volontario presta il suo servizio spinto da sentimenti di solidarietà, amore e umanità”.

Ringrazio la mia Associazione per avermi dato l’opportunità di presenziare a questo evento. Ciò mi dà forza nuova per continuare ad operare nel volontariato di Protezione Civile al fianco di altri volontari per essere di aiuto in ogni situazione di emergenza e non solo, ma anche nella quotidianità. Volontari lo si è sempre.

Pina Sena                                                                                             Volontaria dell’Associazione                                                                                P.A. Praesidium